Lo studente che intenda laurearsi nella sessione straordinaria di laurea dell’anno accademico 2020/2021 (periodo febbraio-aprile 2022), se in debito di massimo 6 insegnamenti dovrà obbligatoriamente presentare domanda di laurea dal 1 ottobre al 20 dicembre 2021, senza iscriversi all’anno accademico 2021/2022.

Lo studente che non presenta domanda di laurea per la sessione straordinaria 2020/2021 entro il 19 dicembre 2021 è tenuto a iscriversi regolarmente per l’anno accademico 2021/2022 e pagare le relative tasse. Tuttavia, qualora la laurea venga effettivamente conseguita dallo studente entro l’ultima sessione straordinaria utile dell’anno accademico 2020/2021, lo studente potrà richiedere il rimborso di tutte le tasse eventualmente pagate per l’anno accademico 2021/2022.

Lo studente che ha presentato domanda di laurea entro il 19 dicembre 2021 e che non consegua la laurea entro l’ultima sessione straordinaria utile dell’anno accademico 2020/2021, potrà iscriversi tardivamente all’anno accademico 2021/2022 pagando tutte le tasse dovute e non pagate entro la scadenza della terza e ultima rata. Per questi studenti, sarà possibile inviare copia del modello ISEE al centro servizi di riferimento, al momento di tale iscrizione tardiva, ma resta fermo, in ogni caso, l’obbligo di recarsi presso un CAF o presso altri soggetti abilitati per la richiesta del valore ISEE, in modo tale che l’INPS sia in possesso delle
informazioni entro il 31/12/2021. In caso di mancata richiesta del valore ISEE (ad INPS, CAF, o altro soggetto abilitato), o in caso di mancata autorizzazione all’Ateneo per il recupero di tali dati, lo studente viene collocato automaticamente nella fascia di reddito più alta.

Per gli studenti che intendono laurearsi nella sessione di laurea straordinaria dell’anno accademico 2020/2021, prevista per febbraio-marzo-aprile 2022, si applicano le previsioni del Regolamento Carriere Studenti dell’anno accademico 2020/2021. Per maggiori informazioni contattare, preferibilmente via email, la Segreteria Studenti.